Gandhi, noto uomo politico indiano, nel suo libro "Regime e riforma alimentare", afferma: "Per liberarsi da una malattia, occorre sopprimere l’uso del fuoco nella preparazione del pranzo".

Albert Mosséri

Albert Mosséri
"La pratica dell’igienismo così come io la pratico oggi è venuta per gradi; ho dovuto percorrere numerose tappe, in quanto avevo bisogno di cercare il regime adeguato, le buone idee, cosa non facile. E una volta trovate le soluzioni, le tentazioni esterne e interne sono talmente forti che le cose trovate non si possono applicare a primo colpo. Furono necessari anni e anni di lavoro per poter praticare l'igienismo puro...."

A R C H I V I O

Si è verificato un errore nel gadget
Piu' impariamo le leggi della natura che regolano e governano la nostra salute, meno dobbiamo temere il distruttivo attacco della malattia. A. Ehret

Fasi fisiologiche


Le fasi fisiologiche



Le fasi di alimentazione-digiuno sono due fasi non solo metaboliche, ma anche due fasi esistenziali che, come il sonno e la veglia, concorrono alla pienezza della vita, perchè con il digiuno si raggiunge una condizione necessaria per un riequilibrio, una rigenerazione, una guarigione.
I periodi di inanizione sono intervallati ai pasti, ed ad ogni notte vi é un periodo piú lungo di digiuno associato al sonno: questi ritmi biologici sono regolati da quelli della natura.

Animali e piante rispettano questi ritmi, ed hanno nel corso dell’anno periodi di diminuzione degli scambi che arrivano a arrestarsi completamente con il letargo. L’uomo ha perso la capacità di sentire questi ritmi, dei quali i digiuni sono un riflesso.
Non solo, ma l’alimentazione è spesso eccessiva e squilibrata. Digiuni periodici sono allora un compenso agli eccessi e agli squilibri alimentari.

Quindi possiamo concludere dicendo che il digiuno, associato a una molteplicitá di fattori, tra cui il riposo, determina un riequilibrio e una guarigione, e fa scattare una fase necessaria per la pienezza vitale, spesso inattivata da abitudini innaturali.